Le pillole d' Ercole

LE PICCOLE D'ERCOLE

Commedia in 3 atti

di

Charles Maurice Hennequin e Paul Bilhaud

nel libero adattamento in napoletano

di Domenico Marini

 Teatro Anfitrione

Via di San Saba, 24 ROMA

 1 - 3  Febbraio 2008

 

Le "pillole d'Ercole", pastiglie altamente afrodisiache, sono la causa di tutti gli inconvenienti che il Dottor Raffaele Passalacqua, medico e marito fedelissimo, si troverà forzosamente ad affrontare in questo fresco e spumeggiante "vaudeville".

 Le pillole create e somministrategli, per scommessa e a sua insaputa, dal suo collega e amico Nicolino Cuccurullo, coinvolgono il dottore in un involontario tradimento, che avviene in un albergo, con una sconosciuta paziente salernitana.

Tutto potrebbe passare sotto silenzio, se non comparisse all'improvviso il marito della salernitana, Calogero Paternò, che scoperta la scappatella decide di vendicarsi pretendendo che il dottor Passalacqua scelga: "o ‘a morte o ‘e corna".

Per salvare la propria pelle e per non soffrire nel vedere Angelina, moglie amatissima, nelle braccia di un altro, il medico e l'amico architettano un piano, che li renderà vittime del loro stesso complotto, tra irresistibili gag, divertenti equivoci e colpi di scena.

Malintesi, contrattempi, situazioni impossibili sconvolgono la tranquilla vita di un albergo termale a Castellammare e dei suoi ospiti.

Repliche Le pillole d' Ercole